Via di Città , 111 – Siena
+39 0577 223793 | +39 348 3611410
info@bialecerrutiarte.it

Artista: Rain Gavin

Gavin Rain

(Cape Town, 1971) è ritenuto uno dei massimi rappresentanti contemporanei del neo-puntinismo o pixelismo. Ha studiato Arte e Neuropsicologia presso l’Università di Città del Capo negli anni ’90. Rain ha dipinto tutta la sua vita ma si è avvicinato al puntinismo intorno al 2004. Influenzato da Seurat, l’arte di avanguardia russa del 1900 e l’architettura, ha voluto combinare i suoi due interessi: arte e matematica.

Usando l’acrilico, Rain simula i pixel nella costruzione dell’immagine come su uno schermo o su un pc. 

L’obiettivo di Rain è ampliare gli orizzonti visivi e cognitivi delle persone, mostrando loro il fantastico e l’impossibile. Combinando le sue origini, i suoi studi, le sue attitudini e il suo talento personale, Rain ha inventato un’arte che è al tempo stesso unica e partecipativa. Tutti coloro che guardano uno dei suoi dipinti possono percepire la convergenza di due opposti stili pittorici: l’astrattezza della moltitudine di cerchi concentrici colorati che si addensano in punti imperfetti in rilievo e l’aspetto figurativo dell’immagine che è definito dalla somma di questi stessi punti. È proprio in questo backing-off che si trova il messaggio previsto dall’artista: per acquisire consapevolezza di qualcosa che è nascosto ma è proprio di fronte agli occhi, o “nascosto in bella vista”, l’astante si deve allontanare, fino a una distanza calcolata.

La partecipazione dello spettatore, non solo come visione ma come corpo in movimento, è una parte fondamentale del lavoro di Rain. Grazie al suo spostamento all’interno dello spazio espositivo, l’opera passa da uno stadio astratto a un’immagine concreta – e viceversa. La distanza del punto di osservazione, la profondità di visione, la condizione della luce e la prospettiva, divengono elementi interattivi e agiscono sulla fruizione dell’opera fino alla completa riconoscibilità dell’immagine.

Uno dei messaggi più importanti della sua poetica riguarda l’ambiguità dell’opera d’arte. Soltanto dalla giusta distanza, l’immagine prende forma e si rivela. Per questo il pixelismo o neo-puntinismo, unito alla maestria artistica, diventa un procedimento compositivo ideale. La distanza tra i punti che andranno a ricomporre l’immagine, si rifà al “pseudo digitale”, un terreno dove la ricerca sulla grandezza e distanza dei pixel – che l’artista simula con piccoli cerchi concentrici di vernice acrilica, in diversi colori e forme – si unisce alla teoria della percezione neuroscientifica.

Rain ha creato più di 14.000 punti diversi di colore come elenco da cui attinge per le sue opere. Il lavoro riguarda non solo la scelta e la grandezza dei colori puntiformi ma anche il loro rapporto con lo spazio bianco della tela sottostante. Immagine e ricezione dell’immagine sono due elementi inscindibili nell’era informatica e Rain ne assume il paradigma come motto artistico.

La sua fama internazionale l’ha portato a diventare uno degli artisti di punta del panorama sudafricano contemporaneo, tanto che la FIFA ha commissionato all’artista, 12 ritratti per la Coppa del Mondo FIFA nel 2010, tenuta in Sudafrica. Paradigma contemporaneo e puntinismo, astratto e figurativo, maestria tecnica e approfonditi studi scientifici, assieme a un coinvolgimento dello spettatore e un’attenzione mirabile allo spazio espositivo, fanno di Gavin Rain un artista unico nel panorama dell’arte contemporanea.

Nel 2011 partecipa alla 54a Biennale d’arte di Venezia nel Padiglione della Repubblica del Costa Rica con un ritratto del Premio Nobel per la pace, Aung San Suu Kyi. Nel 2013 presenta un’opera intitolata Lena per il padiglione della Repubblica del Bangladesh.

Ha partecipato a mostre collettive e fiere in tutto il mondo ed è stato protagonista di esposizioni personali in prestigiosi musei e gallerie d’arte.

Arte contemporanea Gavin Rain

Anna Karina – R1.2001 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 100 x 100

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Arte Gavin Rain

Isabella 11 – R1.2002 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 100 x 100

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Dipinto di Gavin Rain

Natalie 1 – R1.2008 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 150 x 150

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Dipinti di Gavin Rain

Marilyn Big – R1.2011 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 180 x 180

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Arte contemporanea Gavin Rain

Indirect – R1.2007 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 150 x 150

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Gavin Rain opere

Isabella 17 – R1.2003 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 100 x 100

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Opere d'arte di Gavin Rain

Olivia Wild – R1.2006 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 120 x 120

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Opere d'arte Gavin Rain

Not yet – R1.2009 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 120 x 180

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Opera d'arte Gavin Rain

Grace Kelly – R1.2005 – Gavin Rain

dipinto acrilico su tela – cm. 120 x 120

Share with:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •